Analisi della vegetazione

analisi vegetazione

Per guardare oltre ciò che appare servono occhi diversi.

Attraverso lo studio del comportamento spettrale della vegetazione, siamo in grado di ottenere informazioni in grado di caratterizzare perfettamente la pianta, andando ben al di là del dato visibile.

La coppia di sensori iperspettrali che compongono la piattaforma di rilievo aereo in nostro possesso è in grado di fornire immagini georeferenziate composte da più di 500 singole bande spettrali nell'intervallo tra il visibile (VNIR) e infrarosso a onde corte (SWIR).

Il dato iperspettrale, infatti, permette di indagare sul processo della fotosintesi clorofilliana per mezzo di alcuni indicatori, il più importante dei quali è l’indice NDVI - Normalized Difference Vegetation Index e dare informazioni sullo stato di salute della vegetazione, sullo stato nutrizionale dei frutti e sulla produttività delle colture.

Combinando le informazioni del dato iperspettrale con quelle spaziali offerte dalla tecnologia Lidar siamo in grado di studiare la densità e la copertura fogliare misurati con l'indice LAI - Leaf Area Index. Con i dati Lidar, inoltre, possiamo offrire accurate informazioni tridimensionali sulla geometria della vegetazione che altri sensori non possono fornire, quali la forma e l'elevazione degli arbusti.

L’analisi della vegetazione è un’importante attività a supporto della ricerca e del monitoraggio in campo ambientale. 

Questo sito non utilizza cookie di profilazione ma solo cookie tecnici.
Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza di "social plugin" , video di Youtube e mappe di Google Maps. Continuando la navigazione accetti l'uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull'uso dei cookie.